NEWS
NORMATIVA AMBIENTE

« Indietro

Derivazione acque e canone di concessione: le scadenze di marzo

14/03/2016

Il mese di marzo prevede le seguenti scadenze:

Comunicazione acque prelevate da pozzi, sorgenti, corpi d'acqua superficiali

Entro il 31 marzo 2016 deve essere inviata alla provincia di appartenenza la denuncia della quantità di acqua prelevata nell'anno 2015 da pozzi, sorgenti e corsi d'acqua superficiali per uso connesso ad attività aventi fini di lucro. Sono invece esclusi i prelievi definiti domestici ai sensi dell'art. 4 del Regolamento Regionale n. 2/2006 .

Tali comunicazioni dovranno essere redatte utilizzando l'allegato "A" alla d.g.r. VII/3235 e corredate dalle schede "A" "B" "C" in relazione alla tipologia di approvvigionamento, scaricabili sul sito della Regione, dove si potranno consultare anche le modalità di trasmissione.

Canoni di concessione derivazione acqua

Ai sensi dell`articolo 6, comma 2 della LR 10/2009 il canone annuo di uso delle acque pubbliche nel territorio della Regione Lombardia per il 2016 deve essere versato entro il 31 marzo 2016. Per la tabella degli importi dei canoni e le modalità di pagamento, si rimanda al sito della Regione Lombardia.

Sanzioni

Il testo del comma 8 dell'art. 133 del D. Lgs 152/06 recita:

"Chiunque violi le prescrizioni concernenti l'installazione e la manutenzione dei dispositivi per la misurazione delle portate e dei volumi, oppure l'obbligo di trasmissione dei risultati delle misurazioni di cui al comma 3 dell'art. 95 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 1.500,00 a Euro 6.000,00. Nei casi di particolare tenuità la sanzione è ridotta ad un quinto."